Dai tregua al tuo stress! Ecco in che modo

Dai tregua al tuo stress! Ecco in che modo

Ecco un pratico esercizio per riuscire ad affrontarle al meglio e far retrocedere l’ansia rafforzando la fiducia in te stesso.

Molte volte, soprattutto al lavoro, ti sarà sicuramente capitato di attraversare dei periodi di forte stress: quando ti poni degli obiettivi ambiziosi e complessi da raggiungere, quando il numero degli impegni lavorativi diventa molto elevato, quando entri in competizione con qualche collaboratore.

Può capitare che questo stress ti porti ad essere di malumore, distratto e in uno stato di ansia, incidendo negativamente non solo sul tuo stato d’animo, ma anche sulle tue relazioni con gli altri.

Nel guidarti a superare questi momenti ti suggeriamo un pratico esercizio da svolgere col tuo team. Per eseguirlo però, devi tener presente un concetto fondamentale: ciascuno di noi custodisce in sé il proprio “Superman” – cioè il proprio io dotato di qualità e capacità celate che riesce a superare i momenti duri con tenacia – e il proprio “Imbranato” – cioè quell’io indebolito dalle proprie paure e insicurezze che non si sente all’altezza delle situazioni difficili.

Specificato ciò, puoi iniziare l’esercizio.

Prendi un giornale e arrotolalo, poi scegli un partner e chiedigli di afferrarne un’estremità e di immaginare che tra voi ci sia una linea oltre la quale l’uno deve tirare l’altro. Hai presente il tiro alla fune? Bene, la dinamica è proprio quella!

Successivamente scegli un nuovo partner. Questa volta però svolgi l’esercizio immaginando di essere il tuo Supereroe interiore e tira il tuo partner oltre la linea immaginaria. Quest’ultimo dovrà solo opporre resistenza. Dopodiché scambiatevi i ruoli (egli immaginerà di essere il proprio Supereroe e tu opporrai solo resistenza nell’esercizio).

Ora scambiatevi un feedback paragonando tra loro i tre esercizi appena svolti.

Successivamente al feedback scegli un nuovo partner e questa volta tu immaginerai di essere il tuo Imbranato interiore e lui opporrà solo resistenza. Poi scambiatevi i ruoli e ripetete l’esercizio. Anche questa volta è opportuno che vi scambiate un feedback su quanto svolto rapportandolo agli esercizi precedenti.

Terminata l’attività rispondete alle seguenti domande:

Come ti sei sentito immaginando di essere il tuo “Superman”?

Come ti sei sentito immaginando di essere il tuo “Imbranato”?

Quotidianamente ricopri questi due ruoli?

Quando può tornarti utile ricoprirli?

È importante che alla fine dell’esercizio ciascun partecipante comprenda che ricoprire questi ruoli nel quotidiano comporta sia dei vantaggi sia degli svantaggi.

Attraverso l’esercizio, coloro che si scoprono vittime della bassa autostima potranno comprendere che spesso tendono a surclassare il proprio “Superman” per non affrontare le proprie paure. Realizzeranno che queste ultime non sono reali, ma sono frutto delle proprie insicurezze che tendono a rafforzare il lato più debole di sé e a svigorire i propri talenti. Apprenderanno che lavorando su se stessi potranno conoscere le giuste tecniche per gestire al meglio lo stress e le sue conseguenze negative.

Invece coloro che mostrano grande autostima potranno realizzare che spesso tendono a far emergere il proprio “Superman” ostentando più sicurezza di quanta ne abbiano in realtà: attuano una “strategia” per neutralizzare le proprie paure. Attraverso l’esercizio comprenderanno che l’attuazione di questo atteggiamento comporta una sottovalutazione della complessità di determinate situazioni e la conseguente perdita del loro controllo. Apprenderanno anche loro che lavorando su se stessi potranno conoscere le giuste tecniche per gestire al meglio il proprio comportamento nei momenti di alto stress.

Cosa aspetti? Metti in pratica subito l’esercizio e raccontaci la tua esperienza.

A cura di Giovanni Amoroso ispirato a K. W. Vopel

Empowerment Master Class

Se desideri conoscere il percorso che sarà in grado di guidarti verso la piena consapevolezza ed espressione delle tue risorse interne, per raggiungere l’eccellenza nella vita professionale e privata.

Ciao, sono Giovanni Amoroso, spero che questo articolo ti sia piaciuto.
Lasciami un commento e sarò felice di risponderti.
A presto!

seguimi